Il PD di Castellammare su Monte Faito (solite chiacchere)

Una strategia per la rinascita

Castellammare di Stabia – Un’agenda di ascolto e d’impegno L’incontro di lavoro svoltosi ieri, promosso dai circoli del PD, a Castellammare di Stabia per affrontare le questioni del rilancio e della tutela del Monte Faito è servita a metter a fuoco le principali questioni sul tappeto e ad ipotizzare una prima agenda di lavoro. Il quadro che emerge è molto preoccupante,ma al tempo stesso si confermano le enormi potenzialità dell’area e i possibili filoni d’intervento. Immediatamente i parlamentari del PD chiederanno un incontro ai responsabili del corpo forestale dello stato per attivare tutte le possibili iniziative tese a migliorare la sorveglianza dell’area e e la prevenzione di reati ambientali e attività illecite. Analoga sollecitazione verrà rivolta alle forze dell’ordine. E’ necessario un coordinamento interforze e un’azione comune. In secondo luogo il PD solleciterà azioni concrete per migliorare le condizioni di accessibilità.
La Funivia del Faito rappresenta un patrimonio che rischia di essere distrutto per l’ignavia dell’Assessorato regionale ai Trasporti che sottovaluta, pesantemente,il valore di questa struttura per tutto il comparto turistico e per la qualità del territorio. E’ necessario reperire le risorse per l’adeguamento alle normative antisismiche delle due stazioni e contemporaneamente riformulare il piano di esercizio,ma ci si deve porre l’obiettivo di rimetterla in esercizio per la prossima stagione. Su questo va incalzata la Regione da subito, cosi me vanno verificate e procedure e il cronoprogramma delle opere per mettere in sicurezza il versante di Castellammare di Stabia del Faito e riaprire la strada di collegamento oggi abbandonata e ricettacolo di rifiuti utilizzando il finanziamento disponibile di 10 milioni di euro.
Va rilanciato il ruolo del Parco dei Monti Lattari e della sua comunità che non dà segni di efficacia e di presenza da anni. Vi sono troppe carenze e opacità nell’attuale gestione del patrimonio ex FINTECNICA e si rischia di perdere,irrimediabilmente,uno straordinario patrimonio. Oltre a chiedere e lavorare per un rinnovato ed efficace lavoro delle Istituzioni il PD dialogherà, costantemente,con associazioni, forze sociali,imprenditori e cittadini per raccogliere indicazioni e suggerimenti e per stimolare forme di collaborazione ,in rete,tra i soggetti che vivono e operano per il Faito. In questi anni anche da parte del Pd vi è stata una sottovalutazione delle questioni che riguardavano questo pezzo di territorio,oggi c’è un diversa consapevolezza del valore che può avere il Faito e il sistema dei Monti lattari per lo sviluppo, la sicurezza, la tutela di un patrimonio di cultura e natura.
fonte: Vico Equense on line

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...